COME DISEGNARE MANDALA PER PRINCIPIANTI

COME DISEGNARE MANDALA PER PRINCIPIANTI

Carissima lettrice (e lettore),

con grande piacere ti diamo il benvenuto nel blog del nostro e-store Amika Positivemotions Clothing! Questo primo (e non ultimo) articolo, sarà dedicato a quella che negli ultimi anni è diventata la nostra passione... il mondo dei mandala che caratterizzano anche le nostre T-shirt!

 

Sommario:

  1. Come disegnare mandala per principianti
  2. Si pronuncia màndala o mandàla?
  3. L’origine dei mandala
  4. I benefici dei mandala
  5. Come disegnare mandala… diamo spazio all’intuizione!
  6. Come colorare mandala
  7. Come scegliere i colori
  8. Ti è venuta la voglia di provare?
  9. Cosa serve per disegnare mandala
  10. Come disegnare mandala per principianti… segui questi semplici passi

 

Come disegnare mandala per principianti

Ma prima di scoprire meglio cosa sono, ti faccio qualche domanda: ti sei mai chiesta come disegnare mandala o semplicemente come colorarla? Hai provato dei benefici nel crearli? Se non l’hai mai fatto, leggi quest'articolo e guarda il VIDEO Come disegnare mandala con la spiegazione... mettiti in gioco, disegnane uno tuo e perché no... saremo felici e curiose di leggere i tuoi commenti!

 

Ma... partiamo dall’inizio: si pronuncia màndala o mandàla?

Prima di imparare come disegnare mandala vorrei a gran sorpresa svelarti che si pronuncia màndala.

La parola in sanscrito significa cerchio sacro, disco, centro magico ed è associata a concetti come preghiera, meditazione, guarigione... .

 

L’origine dei mandala

Monaci mandala sabbia

Foto di Sreekumar Menon da Pixabay

I mandala, che trovano origine in India intorno al 1500 a.C., successivamente arrivano in Tibet e sono la rappresentazione simbolica del cosmo formatosi dal suo centro. Possono assumere forme diverse, soprattutto tonde o quadrate e il disegno parte sempre dal punto centrale e continua radialmente verso l’esterno.

Si sono espansi anche in Nepal, Buthan, Cina e Giappone. La loro presenza ed evoluzione è significativa anche nel Nord Europa nella cultura celtica.

Pensando ai mandala non si può non menzionare il film “Sette anni in Tibet” con il famoso attore-protagonista Brad Pitt. Infatti, nel film si vede una scena dove i monaci buddisti, seduti per terra, con gesti lenti e concentrati, disegnano un grande mandala sul pavimento con sabbia finissima di diversi colori.

Ebbene, mandala, queste complesse opere chiamate Dul-tson-kyil-khor in tibetano, significano letteralmente “mandala di polveri colorate”; per disegnare mandala i monaci impiegano più giorni di lavoro e iniziano con una cerimonia di apertura, consacrando il luogo intonando dei mantra e suonando flauti e tamburi.

Secondo la tradizione, alla creazione del mandala lavorano contemporaneamente quattro monaci buddisti dove ciascuno si dedica ad uno dei quattro quadranti.

Una volta completato il mandala, i monaci lo cancellano seguendo uno specifico rituale e ordine, mescolando la sabbia utilizzata e gettandola in un fiume. Con questo gesto vogliono simbolicamente ricordare la transitorietà della vita dove... nulla permane.

Quale significato hanno i mandala per i monaci buddisti? Per loro è uno strumento per acquisire saggezza e compassione e per guidare le persone sulla via dell’illuminazione.

 

I benefici dei mandala

Ma perché disegnare mandala è diventato un “passatempo” così amato e conosciuto anche in Occidente? Solo creandoli si può capire l’effetto che hanno su di noi!

Se non ti piace disegnare o ti senti non portata, ti sei mai chiesta come disegnare mandala in modo alternativo? Ebbene un modo c’è!

I mandala non si creano solo disegnandoli o colorandoli, ma possono essere tracciati sulla sabbia, realizzati con sassi o con qualsiasi materiale (legno, cristalli, conchiglie …)!

Mandala di materiale naturale

Per disegnare mandala vengono usati entrambi gli emisferi del cervello. L'emisfero sinistro è analitico e logico, mentre quello destro è emotivo e creativo. Usando i due emisferi contemporaneamente, si porta la nostra mente in uno stato di calma quiete, ecco perchè disegnare mandala o semplicemente colorarli, induce un miglioramento del benessere fisico, mentale ed emotivo.

Dunque, quali sarebbero i benefici nel disegnare mandala?

Disegnare mandala è come una meditazione... aiuta a: -

  • migliorare la concentrazione;
  • svuotare la mente;
  • ridurre lo stress;
  • stimolare la creatività;
  • rilassare il corpo;
  • favorire l’intuizione ed il sorgere di nuove idee;
  • migliorare la capacità di risolvere i problemi;
  • educare la mente allo sviluppo della consapevolezza di se e del momento presente.

 

Come disegnare mandala… diamo spazio all’intuizione!

Come disegnare mandala per principianti

In questa sezione ti darò alcuni facilissimi spunti come disegnare mandala in modo semplice con risultati sorprendenti!

Disegnare mandala è come un momento di meditazione, i suoi gesti ripetitivi permettono di raggiungere un certo benessere psico-fisico, aiutano ad aumentare la concentrazione e a ridurre lo stress.

Disegnare mandala aiuta a svuotare la mente dai pensieri e tutta l’attenzione si concentra nel disegno che, tratto dopo tratto, dal centro raggiunge l’esterno. Servono per creare ordine dentro di noi, dando ascolto alla nostra voce interiore e al nostro intuito.

Come disegnare mandala… non esiste un modo perfetto, basta seguire l’intuizione. Se è la prima volta che lo disegni, inizia con segni elementari come cerchio, quadrato, triangolo e spirale; man mano che fai pratica, riuscirai a trovare i tuoi simboli.

Il mandala può essere disegnato anche con un preciso scopo: se per esempio vuoi connetterti con una persona oppure vuoi mandarle un tuo pensiero positivo, concentrati su di essa ed alla fine inserisci la sua iniziale al centro.

 

Come colorare mandala

Come colorare mandala

Dopo aver visto/compreso come disegnare mandala, si passa alla fase della colorazione, assolutamente non meno importante perché bisogna, con precisione ed abilità fino motorie, riempire le varie aree del mandala, scegliendo ed abbinando al meglio i colori per te più belli e significativi.

Si può partire dalla parte più esterna verso l’interno o viceversa.

Se hai bisogno di calmarti, inizia a colorare dal centro, ma se vuoi raccoglierti ed ancorarti al momento presente, inizia a colorare dal bordo esterno, spostandoti verso il centro.

 

Come scegliere i colori

Nei paragrafi precedenti abbiamo spiegato come disegnare mandala e come colorare mandala.

Lo sapevi che ogni colore ha un suo significato e ti aiuta a tirar fuori le emozioni, elaborandole e dandone forma?

"I colori, come i lineamenti, seguono i cambiamenti delle emozioni." (Pablo Picasso)

È importante scegliere i colori in modo istintivo per poi, in un secondo momento, associarne il significato.

 

Ti è venuta voglia di provare?

Sei pronta a provare i benefici dei mandala, ma non sai da dove iniziare? In questo link "Come disegnare mandala per principianti" trovi l’aiuto giusto per cominciare a disegnarli!

 

Cosa serve per disegnare mandala

Innanzitutto prepara il materiale necessario:

  • Foglio A4
  • Matita
  • Gomma da cancellare
  • Righello
  • Compasso (o un oggetto circolare)
  • Goniometro (opzionale)

 

Come disegnare mandala per principianti… segui questi semplici passi:

  1. Disegna un cerchio sul foglio, un raggio di 8 cm andrà più che bene.
  2. Trova il centro del mandala e traccia una linea dall’alto verso basso e da sinistra a destra.
  3. Se hai a disposizione un goniometro traccia le linee a 45° su ogni quadrante (e poi ancora a metà... sarà tutto più facile), altrimenti fai a occhio.
  4. Disegna un piccolo cerchio al centro del cerchio aiutandoti con un compasso (o con un tappo).
  5. Prosegui disegnando cerchi sempre più grandi verso l’ultimo già disegnato.
  6. Ed ora comincia il bello! Dal centro inizia a riempire il primo cerchio con forme geometriche a tuo piacere: cerchi, quadrati, triangoli, onde…
  7. Finito il primo cerchio continua con il secondo e così via.
  8. Man mano che trovi confidenza con i segni, sperimentane di nuovi! Attenzione: i segni devono ripetersi ritmicamente in modo uguale!
  9. Finito il mandala aggiungi del colore a tuo piacimento.

 

Il risultato? Sarà sicuramente meraviglioso anche se non perfetto!

Tranquilla, i primi mandala disegnati non saranno perfetti, ma non importa! Concediti un momento tutto per te, in una stanza possibilmente tranquilla o lontana dal caos (o, se possibile, dalla famiglia troppo chiassosa), mettiti in posizione comoda e inizia a disegnare. Cerca di ascoltare le tue sensazioni, il tuo respiro e concentrati sui tuoi segni.

E se le linee ti vengono storte?

Non scoraggiarti, all’inizio è normale! Disegnare mandala è un processo che richiede tempo, pazienza e perseveranza! Più pratica fai, più diventerai brava e non riuscirai a smettere di disegnare. Anche i nostri nonni dicevano “sbagliando s’impara!”

Ora tocca a te ... buon divertimento e buon rilassamento!

Link al VIDEO Come disegnare mandala per principianti.

Ti è piaciuto questo articolo? Se ti va, condividi il tuo mandala nelle tue storie su Instagram taggandoci @amikaclothing … saremo felicissimi di vedere la tua creazione!

 

Alla prossima,

Amika

Torna al blog

Lascia un commento

Si prega di notare che, prima di essere pubblicati, i commenti devono essere approvati.